Le Attività

Le attività previste dal progetto hanno come principale quello di potenziare l’apprendimento sociale e culturale dei giovani e di promuovere la legalità intesa sia come rispetto delle regole di convivenza civile, sia come etica della responsabilità sociale, impattando su una drastica riduzione del livello di dispersione scolastica, diffondendo una cultura alla legalità.

Le principali attività poste in essere nell’ambito del progetto sono:

  • 600 ore di Educazione alla legalità e supporto scolastico dedicate a laboratori di sport, musica, teatro, riciclo e artigianato, educazione socio-emotiva, orientamento all’inclusione socio-lavorativa (riservato agli studenti della scuola superiore), incontri con i genitori degli allievi in condizione di svantaggio sui più diffusi fenomeni di disagio e devianza infantile e giovanile;
  • Azioni di “Sostegno alla genitorialità”: gruppi di auto mutuo aiuto, laboratori e colloqui individuali di sostegno psicopedagogico, interventi di empowerment genitoriale ed educazione alla prevenzione del disagio infantile e giovanile, attività condotte da psicologi, counselor, sociologi, educatori che, in veste di facilitatori dell’apprendimento, saranno chiamati a sensibilizzare i genitori sull’importanza della scuola e delle scelte educative dei propri figli;
  • Interventi di “Animazione territoriale” finalizzati a sensibilizzare la comunità locale sui temi della legalità e della cittadinanza attiva: campagne di comunicazione (anche sui social media), seminari informativi, implementazione di un sito web/blog di progetto.

Le azioni saranno realizzate da operatori in grado di utilizzare gli strumenti del counseling, della formazione non formale, del laboratorio, dell’auto mutuo aiuto, del cooperative learning. Al termine delle attività ci si attende che i partecipanti abbiano acquisito piena coscienza dei comportamenti corretti all’interno della società, delle fondamentali norme di convivenza civile e democratica e degli strumenti per prendere parte in maniera attiva ai processi di sviluppo della comunità locale contribuendo a prevenire e combattere l’illegalità.

Le attività progettuali sono infatti strutturate per:

  • promuovere tra gli adolescenti la cultura della legalità, il rispetto delle regole, la fiducia nelle istituzioni, la disponibilità a cooperare per il miglioramento della società;
  • potenziare le competenze emotive degli allievi e delle loro famiglie;
  • migliorare le relazioni tra scuola, genitori e alunni al fine di prevenire fenomeni di bullismo, violenza, discriminazione, ecc.
  • rafforzare il senso civico inteso come atteggiamento di fiducia orientato a potenziare la consapevolezza e la conoscenza dei diritti e delle responsabilità connessi alla cittadinanza;
  • fornire ai ragazzi della scuola superiore i principali strumenti di orientamento al lavoro e autoimpiego.